Abiti sposa e cerimonia, scarpe, intimo sposa, accessori per il matrimonio
Seguici su:

Accessori Sposo

La Cravatta

La cravatta è l’accessorio principale per lo sposo, oggi gli stilisti propongono moltissimi colori e modelli tra cui poter scegliere, l’unico consiglio è non optare per una cravatta eccessivamente appariscente, a meno che non si tratti di un matrimonio decisamente sopra le righe.

Di gran moda per lo sposo negli ultimi è il “plastron”, si tratta di una cravatta più lunga annodata con un solo passaggio e fissata al centro con una spilla. Il plastron è più indicato per uno sposo dal viso magro perché tende ad allargare l’immagine del viso, quindi, se lo sposo non ha un viso scarno è meglio scegliere di indossare la classica cravatta che invece ha il pregio di assottigliare visivamente l’ovale del viso.

Cintura

Le scarpe e la cintura vanno abbinate tra loro. Se si indossa un abito chiaro sarebbe meglio scegliere scarpe chiere e cintura chiara, in tutti gli altri casi sono da preferire i colori scuri, in morbida pelle, ma ciascuno ovviamente può scegliere tra le innumerevoli proposte degli stilisti di moda sposo.

Gioielli

Orecchini, bracciali, anelli e collane non si addicono ad un abbigliamento elegante da sposo, sarebbe bene indossare semplicemente un orologio da polso di un modello classico o ancora più chic, se si indossa un tight, un orologio da taschino, un vero tocco di classe!

L’abito dello sposo può essere impreziosito da piccoli e raffinati gioielli come i gemelli per i polsini della camicia, magari in oro, da scegliere in modo che si abbinino bene con l’abito. Se ne trovano di tutti i tipi, preziosissimi con diamanti, semplici  e moderni e anche alcuni molto spiritosi.
Se si sceglie di indossare una cravatta classica ci si può abbinare un fermacravatta in oro, se invece si preferisce il plastron bisogna fermarlo con una spilla creata appositamente per abbellirlo e fissarlo alla camicia

Il più bello dei mari è quello che non navigammo. Il più bello dei nostri figli non è ancora cresciuto. I più belli dei nostri giorni non li abbiamo ancora vissuti. E quello che vorrei dirti di più bello non te l'ho ancora detto.
(Nazim Hikmet)